Sul fiume Narmada, in India, trent’anni di resistenza contro le grandi dighe

Il Narmada Bachao Andolan, o «Movimento per salvare il fiume Narmada», compie trent’anni. E ha segnato l’anniversario nel modo che gli è abituale: una carovana di migliaia di persone che dalla valle di Narmada, nell’India centrale, hanno raggiunto la capitale New Delhi, migliaia di chilometri più a nord. Protestavano perché gli sfollati del fiume Narmada […]

Continua la lettura


Shell ha vinto un round. Ma ecco perché scavare petrolio nell’Artico resta difficile

 Shell ha vinto un round. L’amministrazione Obama ha concesso l’ultimo permesso che ancora mancava per cominciare a scavare un pozzo petrolifero nel mare Artico, al largo dell’Alaska, contro l’opposizione di un ampio movimento ambientalista. La questione però non è chiusa: scavare l’Artico è un’impresa pazzesca da molti punti di vista, ambientale ma non solo. Shell […]

Continua la lettura


Update: il disastro di Tianjin, ricadute ambientali e fallout politico

Lunedì mattina le autorità di Tianjin, in Cina, hanno ammesso che livelli eccessivi di sostanze chimiche tossiche sono state rilevate nella zona portuale della città, devastata dalle esplosioni avvenute mercoledì notte in un magazzino di logistica. La presenza di elementi tossici sulla superficie delle acque reflue arriva fino a 27 volte i limiti di legge, […]

Continua la lettura


Ma cosa c’era in quei magazzini? A Tianjin serve una Direttiva Seveso

Alcune parole ricorrono in modo preoccupante nelle cronache da Tianjin, la città portuale cinese teatro di una spaventosa esplosione in un deposito di sostanze chimiche. Parole come “discrepanze”, “notizie frammentarie”, “le autorità non sanno…”. Non sanno? In effetti le autorità non sanno di preciso cosa ci fosse nei magazzini della Ruihai International Logistics, la seconda […]

Continua la lettura


L’Indonesia progetta decine di centrali a carbone – e uno studio conta le vittime

L’Indonesia è l’unico paese al mondo che progetta di espandere l’uso del carbone per produrre energia elettrica. Il governo del presidente Joko Widodo ha lanciato un pianoper  rimodernare l’infrastruttura energetica e aggiungere 35.000 MegaWatt di capacità entro il 2019, di cui circa 22.000 MW verranno dal carbone. Questo significa decine di nuovi impianti a carbone, […]

Continua la lettura


Ecuador, il petrolio e le spie: schedati attivisti indigeni e ambientalisti

Con un formale esposto alla magistratura, il gruppo ambientalista ecuadoriano Yasunidos denuncia di essere spiato dai servizi segreti dello stato. L’esposto si basa su documenti trapelati dalla Secretaria Nacional de Inteligencia (Senain), il servizio di intelligence interna dell’Ecuador, diffusi giorni fa da un gruppo chiamato “Ecuador Transparente”. Il Collettivo Yasunidos è il gruppo che due […]

Continua la lettura