Kerala, India: le raccoglitrici di tè vincono contro una multinazionale, e contro i loro uomini

Per oltre un mese le piantagioni di tè del Kerala, India meridionale, sono state il teatro di  un’agitazione mai vista. Migliaia di raccoglitrici hanno bloccato strade, assediato gli uffici delle piantagioni, fermato il lavoro, ma era molto più di una semplice battaglia sindacale: quelle donne erano in lotta contro i padroni delle piantagioni e anche […]

Continua la lettura


Sviluppo sostenibile, o operazione di marketing? Se la lotta alla povertà ha un copyright

Ora che l’Assemblea generale delle Nazioni unite è conclusa, possiamo sollevare qualche dubbio sugli «Obiettivi per lo sviluppo sostenibile»? E sull’operazione di marketing che li accompagna. Intendiamoci: i 17 obiettivi elaborati dalle Nazioni unite e presentati a New York nel corso di un «Summit sullo sviluppo sostenibile» sono importanti. Sconfiggere la povertà, eradicare la fame, […]

Continua la lettura


L’India annuncia un ambizioso piano sul clima: più rinnovabili, più foreste. Ma il carbone, allora?

Anche l’India ha annunciato il suo piano di impegni sul clima, in vista della conferenza mondiale convocata dall’Onu a Parigi in dicembre. Una delle grandi «economie emergenti», e oggi terzo paese emettitore di gas di serra in termini assoluti, l’India è l’ultimo tra i grandi paesi ad annunciare cosa intende fare per combattere il cambiamento […]

Continua la lettura


I «Nobel alternativi»: per i diritti umani, contro la guerra. Gino Strada e Emergency tra i premiati

Una nota attivista Inuit del Canada, una sostenitrice dei diritti delle persone lgtbi in Uganda e un medico chirurgo italiano contro la guerra. Sheila Watt-Cloutier, Kasha Jacqueline Nabagesera, e Gino Strada- Emergency. Sono loro i Right Livelihood Awards 2015, noto anche come «Nobel alternativo», attribuito ogni anno da una fondazione svedese a persone o collettività […]

Continua la lettura