Villaggi nativi e miniere di carbone. Le donne di Tamnar hanno vinto un round

Un piccolo gruppo di villaggi “tribali” dell’India profonda contro due potenti compagnie minerarie, una privata e una statale. La sproporzione delle forze è schiacciante, eppure i villaggi nativi hanno vinto un round. Per otto giorni e notti consecutivi hanno bloccato l’accesso alle miniere di carbone, finché l’amministrazione ha accettato di rispondere alle loro richieste: lavoro, risarcimenti, giustizia. […]

Continua la lettura


Il lato oscuro del carbone irrompe tra gli azionisti Enel

Sono passate inosservate alcune parole di Francesco Starace, amministratore delegato dell’Enel, all’ultima assemblea degli azionisti, il 26 maggio a Roma. «Ci è noto che in passato ci sono state violazioni dei diritti umani» in una regione mineraria colombiana, ha detto: «Andremo di persone a verificare e se vedremo cose che non ci piacciono usciremo dalla […]

Continua la lettura


Guatemala, ucciso l’attivista che aveva denunciato l’inquinamento. In tutto il mondo attivisti sotto tiro

La notizia viene dal Guatemala: un attivista ambientale è stato ucciso, e altre tre sono scomparsi. Rigoberto Lima Choc, 28 anni, era maestro di scuola e da poco consigliere del municipio di Sayaxché, nel Peten. Era anche tra i primi abitanti di quella regione rurale e indigena a denunciare alle autorità l’inquinamento del fiume La […]

Continua la lettura


L’importanza di un gabinetto

L’importanza di avere a disposizione un gabinetto è forse difficile da intendere, per chi lo considera scontato. Certo, è una questione di igiene pubblica: in tutti i rapporti sullo sviluppo umano si parla di sanitation per intendere le infrastrutture e servizi per «disporre in modo sicuro dell’urina e feci umane», come si può leggere sul […]

Continua la lettura