Repressione e censura. La svolta autoritaria dell’Ecuador

Una protesta pacifica repressa con brutalità, i leader del movimento indigeno arrestati, una giornalista straniera espulsa – e una raffica di decreti liberticidi: l’Ecuador vive una involuzione autoritaria. Il 13 agosto il centro di Quito, in Ecuador, è stato invaso da una pacifica protesta. Un paro nacional: ha riunito sindacati, insegnanti, medici, e i movimenti […]

Continua la lettura


Nel delta del Niger è in corso un crimine ambientale, «e tutti lo sanno»

Il 9 luglio una squadra di tecnici si è addentrata in una zona acquitrinosa del delta del fiume Niger, in Nigeria meridionale, per riparare un oleodotto da cui fuoriusciva petrolio. Siamo nello stato di Bayelsa, oleodotto Tebidabe-Clough Creek, nel territorio Ijaw Meridionale. La squadra doveva procedere al “clamping”, in sostanza riparare la falla per bloccare […]

Continua la lettura


Shell ha vinto un round. Ma ecco perché scavare petrolio nell’Artico resta difficile

 Shell ha vinto un round. L’amministrazione Obama ha concesso l’ultimo permesso che ancora mancava per cominciare a scavare un pozzo petrolifero nel mare Artico, al largo dell’Alaska, contro l’opposizione di un ampio movimento ambientalista. La questione però non è chiusa: scavare l’Artico è un’impresa pazzesca da molti punti di vista, ambientale ma non solo. Shell […]

Continua la lettura